Das Rosenprojekt der Deutschen Welthungerhilfe in Afghanistan

Rose dall'Afghanistan

Al fine di contrastare a lungo termine il commercio di oppio (l'80 percento di eroina consumata a livello mondiale proviene infatti dall'Afghanistan) e nel contempo offrire alla popolazione mezzi di sussistenza alternativi, dall'ottobre 2004, su iniziativa dell’organizzazione tedesca Welthungerhilfe, 700 contadini coltivano su una superficie di oltre 100 ettari di terreno la rosa damascena, da cui si ottiene l’olio essenziale, la cui produzione ha fatto rinascere un'antica tradizione afghana. Nel frattempo, viene prodotta una grande quantità di olio di rosa, venduta prevalentemente a WALA, che ha accompagnato e seguito il progetto sin dagli inizi.

Già nell’estate del 2006, WALA Heilmittel GmbH espresse il proprio interesse per l’olio essenziale di rosa afghano da impiegare nella produzione della Cosmesi Dr. Hauschka. Da allora WALA sostiene il progetto offrendo consulenza e know-how. Questa collaborazione ha reso possibile una nuova fonte di approvvigionamento del prezioso olio essenziale di rosa, poiché la necessità di oli vegetali provenienti da coltivazioni biologiche è in costante aumento. La disponibilità dimostrata dai coltivatori locali a rispettare e adempiere agli standard stabiliti dagli enti di certificazione dei prodotti cosmetici naturali, ha permesso la realizzazione di questo progetto di collaborazione in Afghanistan tra WALA e l’organizzazione Deutsche Welthungerhilfe.

www.welthungerhilfe.de/afghanistan-rosenprojekt.html