Dr.Hauschka Med

La raccolta nel giardino botanico della WALA

La raccolta delle piante officinali avviene lungo tutto l’arco dell’anno. In inverno e in primavera si raccolgono le radici di valeriana (Valeriana officinalis), di altea (Althaea officinalis) e di levistico (Levisticum officinale), ma anche la cortecce come betulla (Betula pendula), quercia (Quercus robur) e castagno (Aesculus Hippocastanum). Ma la stagione principale di raccolta corrisponde ai mesi estivi di giugno e luglio nei quali ogni giorno lavorativo inizia con una raccolta specifica. Verso la fine dell’estate avviene la raccolta dei frutti per gli sciroppi WALA, tra cui il biancospino in settembre e la cotogna agli inizi di ottobre.

Quantità di raccolto

Nell’anno 2008 sono stati raccolti complessivamente 4800 kg. di piante fresche. Questi quantitativi variano a seconda del fabbisogno e nell’anno 2008 le più richieste sono state le seguenti:

Nome latino Nome italiano Parte utilizzata della pianta Quantità
Tropaeolum Nasturzio Pianta intera in fiore 740 kg
Plantago lanceolata Piantaggine Foglie 968 kg
Artemisia absinthium Assenzio Pianta intera in fiore 200 kg
Hamamelis virginiana Witch Foglie 327 kg

Indicazioni per la raccolta

La coltivazione e la raccolta delle piante officinali avviene secondo i parametri di qualità propri della società e secondo le linee guida della GAP (Good Agricoltural Practise – buone pratiche di lavorazione in agricoltura). Per ognuna delle piante officinali è stato approntato un protocollo di raccolta, che contiene indicazioni specifiche:

  • indicazioni preliminari al raccolto, come ad es. assenza di erbe infestanti e di parassiti nel prodotto raccolto; utilizzo di contenitori e attrezzature ineccepibili
  • descrizione del decorso delle operazioni di raccolta
  • indicazioni successive al raccolto, quali la catalogazione di tutta la documentazione e l’analisi di tutti i risultati

Per ogni raccolta esistono linee guida adeguate, che vengono controllate una volta all’anno e, se necessario, modificate o migliorate. Di pari passo i giardinieri frequentano regolarmente corsi di aggiornamento.

Procedure di raccolta

Le procedure di raccolta di ogni pianta sono descritte in maniera particolareggiata Prendiamo ad esempio Bellis perennis, la pratolina, che è uno degli ingredienti del Bagno di vapore per viso e del Tonico Speciale Dr.Hauschka. Gli steli in fiore possono essere raccolti più volte tra aprile e settembre e la peculiarità di questo tipo di raccolta sta nel punto di taglio della pianta che deve avvenire poco oltre il punto di uscita dal terreno. Tutti gli addetti vengono brevemente richiamati sulla particolarità di questa operazione di raccolta ogni volta prima di cominciare il lavoro. Il supervisore al raccolto controlla che i fiori recisi vengano posti nei cesti e che corrispondano ai requisiti qualitativi richiesti, stilando una circostanziata relazione finale. Il materiale riceve un numero di lotto e dopo ulteriore controllo, se idoneo, viene inviato alla lavorazione.