Dr.Hauschka Med

Lavori di compostaggio nel giardino botanico della WALA

La terra è l’organismo più importante per la crescita e la salute delle piante officinali. Con la distribuzione regolare del compost e dei preparati biodinamici vengono incrementati la fertilità e i processi vitali del terreno.

Per produrre una buona terra da compostaggio sono necessarie molte lavorazioni. Sulla superficie totale del giardino botanico della WALA ci sono circa 50 cumuli di compostaggio, la maggior parte dei quali sono cumuli misti che contengono tutti i tessuti vegetali che si producono nel giardino, quali erba, parti di potatura e scarti di piante in generale. A questi viene aggiunto a strati, durante l’allestimento del cumulo, il letame di vacca proveniente dalla fattoria biodinamica “Sonnenhof” di Bad Boll.

Quando il cumulo ha raggiunto una certa dimensione viene coperto di paglia. Durante la primavera o l’autunno seguente il cumulo viene rigirato per la prima volta. Nel tardo autunno vengono creati, oltre a questi cumuli misti, dei cumuli costituiti di foglie e legno trinciato proveniente da potature di alberi e cespugli.

La cura dei cumuli di compostaggio

Due volte all’anno, in primavera e in autunno, i cumuli vengono rigirati a mano con le forche per amalgamare e alleggerire gli strati che li compongono e così favorire i processi di trasformazione e maturazione del compost. Nei cumuli freschi si può verificare un problema nel nucleo dovuto a un eccesso di umidità o a carenza di ossigeno o a eccessiva compressione che porta a una formazione difettosa. Con l’operazione di rimaneggiamento del cumulo il processo di decomposizione viene rimesso in movimento. Grazie a questa accurata ridisposizione dei cumuli, si ottiene un rimescolamento ottimale dei materiali con conseguente rivitalizzazione del compost e della sua fauna.

Durante il rimaneggiamento del cumulo il giardiniere può anche controllare la qualità interna del cumulo, che è ricco di vermi e altre forme di vita animale. Se ne possono valutare anche il colore, l’umidità e l’odore. Il rimaneggiamento consente anche al giardiniere di sperimentare fisicamente quanto il compost sia pesante o leggero.

Dopo il rimaneggiamento, al cumulo vengono aggiunti i preparati biodinamici. I preparati contengono i fiori di achillea, tarassaco e camomilla, corteccia di quercia, germogli verdi di ortica e succo di fiori di valeriana. Ognuno di questi preparati ha un proprio specifico compito nel cumulo. Tutte queste piante officinali, contenute in involucri di natura animale quali intestino di vacca e vescica urinaria di cervo, sono state esposte ai ritmi della natura sulla e/o nella terra nel corso dell’anno. E’ proprio la nostra preparazione degli additivi biodinamici il momento culminante di tutte le attività del giardino della WALA nel corso dell’anno.

Dopo l’aggiunta dei preparati biodinamici, i cumuli vengono ricoperti di paglia e per ciascuno di essi vengono registrate alcune note quali il colore, lo stato delle stratificazioni, la composizione. Questa breve descrizione favorisce una visione d’insieme sullo sviluppo di ogni cumulo di compost e sul suo potenziale utilizzo futuro.

Modalità di utilizzo del terriccio di compost

Non appena i processi di trasformazione del cumulo sono conclusi (dai 2 ai 4 anni di tempo, a seconda della composizione iniziale e dell’utilizzo finale del cumulo) il terriccio di compost può essere distribuito sulle aiuole. Ciò avviene a seconda della qualità del terreno e dell’utilizzo delle aiuole per piante che hanno bisogno di molto o poco nutrimento, che sono annuali o pluriannuali. Il compost viene distribuito in quantità diversa e interrato con la vanga, ma anche con un rastrello o con una zappa.

Il terriccio proveniente dai cumuli a base di legno trinciato, viene distribuito in autunno sotto agli alberi e ai cespugli. Per il terriccio necessario alla serra si usa un miscuglio selezionato a base di compost di foglia e di humus, compost leggero mescolato in parte a sabbia.

Grazie al regolare trattamento con il compost, il terreno incrementa nel tempo la fertilità , i suoi processi vitali e le sue intrinseche forze naturali. E’ così che il suolo diviene recettivo agli influssi cosmici ed è così che le piante acquisiscono una maggiore resistenza ai parassiti e alle malattie.